L’altra sera me ne tornavo a casa, con le mie consapevolezze…

L’ altra sera tornavo a casa, non era troppo presto ma neppure troppo tardi. Posso dire con tranquillità che l’altra sera  ho attraversato l’area portuale alle 19,30 per andare a casa, e questi sono i fatti.

Alle 19,30 qui c’ era ancora il sole, ed era ancora bello caldo, io attraversavo l’autorità portuale con le mie infradito, la mia borsa di jeans, i miei pantaloncini corti. Attraversavo che ero vestita da bambino un posto frequentato da uomini. Ho fatto una telefonata mentre camminavo, una cosa di due minuti e mentre stavo mettendo giù ho visto una cosa che non mi ha spaventata, mi ha solo lasciata un pochetto perplessa.

Ho visto un piccione che mi ha attraversato la strada dove passeggiavo, questo piccione però mi ha attraversato la strada con calma e perpiacere camminando. Ho messo il telefonetto nella borsa di jeans e mi son voltata a guardare quel piccione. Ho pensato "cazzo ha sto piccione che mi cammina davanti ai piedi?!". Dopo due secondi vedo delle macchine che avanzano, mi giro di nuovo per vedere il piccione, mi rigiro verso le macchine. Penso "Ok, adesso muore, devo solo non rivoltarmi a guardarlo poi" e invece non ce la faccio, la macchina mi sfiora  e io mi giro a controllare il piccione.

Il piccione esce da sotto la macchina camminando con un’ala alzata, è vivo…

Penso che quello sia davvero un piccione fortunato, strano di sicuro ma pure fortunato. La macchina gli è passata sopra e non lo ha toccato.

In tempo zero vedo che dal cielo si abbassa un gabbiano, non faccio in tempo a formulare il mio pensiero, non ce la faccio.

Sono andata avanti per la mia strada, non mi sono voltata più e continuavo a pensare alle mie consapevolezze, quella a me più utile in quel momento è che cane non mangia cane.

Annunci

10 commenti

Archiviato in la di lei vita, unforgettable

10 risposte a “L’altra sera me ne tornavo a casa, con le mie consapevolezze…

  1. anonimo

    i gabbiani non mangiano piccioni.
    è scientifico.
    chicco.

  2. secondo me dipende da come e’ cucinato il piccione… che se e’ buono buono manco il gabbiano dice di no.

  3. i miei parenti sono noti per non essere molto svegli…:*

  4. dlin-dlon pensierino della sera

    piccione calmo fa buon brodo

    dlin-dlog fine del pensierino della sera

    anch’io a volte ho delle consapevolezze. o anche no.

    pissi pissi: oggi compleanno jS

  5. anonimo

    la smetta di uscire dal lavoro quando è ancora chiaro..

    un bacio
    jS

  6. In realta’ il piccione voleva farla finita sotto un’auto perche’ la sua colomba l’aveva lasciato…povero lui, non ce l’ha fatta! Poi ha attaccato briga col gabbiano ma le uniche cose che ha rimediato sono un occhio nero ed il becco slogato.

    (un becco si puo’ slogare?)

    beso,
    Andrea

  7. E’ che i piccioni hanno sette vite.
    O erano i gatti?

  8. ha ragione JS.
    se lei uscisse col buio, non vedrebbe gli orrori della vita.
    comunque, tanto per dire, a volte i gabbiani attaccano i piccioni.
    f. ha assistito a un attacco del genere.
    era cosi’, per un conforto.

  9. anonimo

    non pensi a nessuno fa bene ad uscire dal lavoro quando c’ è ancora il sole!! e poi confermo che i gabbiani attaccano i piccioni, io ho assistito ad uno di questi assalti uscedo dall’ università che sta vicino al mare. si consoli pensando che lei non è un piccione ed è al sicuro dai gabbiani!

    johnny says

  10. si ma io ho il coccodrillo (tic tac tic tac) che mi insegue eh… :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...