Il veneziano e (qualche) modo di dire

Gli studenti che mi han bloccato il ponte della libertà* li ringrazio perchè con le loro proteste (e le madonne che ne son derivate) mi han ricordato che è ora di una Veneziana per te corso di lingue. Il post è chiuso in un tag quindi non si accettano lamentele da parte di chi si è perso qualcosa – e ricordeve che gavè da studiar!

* ponte della libertà: questa non è nuova che se viene bloccato il ponte della libertà e devi raggiungere o evadere da Venezia non c’è proprio un cazzo da fare, lì stai. (ea ti stà)

MODI DI DIRE – usiamo questi modi di dire per dare un pochino di enfasi alle nostre frasi ma soprattutto per esprimere i concetti nel modo più chiaro possibile

Sui coppi – letterale – stare sopra alle tegole (del tetto). E’ una figura e si usa per definire persone che si trovano "per aria" a livello metaforico e non. Esempi: 1)Ghesboro ma quanto casso ti ga bevuo? ti xe sui coppi – (trad.ghesboro quanto cazzo di alcolici hai bevuto? sei per aria.) si dice quando una persona è particolarmente in "serata" -2) Ara che se no ti ghia moei te tiro na sciaffa che te mando sui coppi (trad. guarda che se non la smetti ti do una sberla che ti mando per aria) si dice a una persona che ci risulta particolarmente fastidiosa in quel determinato momento. –   3)significato letterale – Dai tirio xo! ma cossa? el gato…no tio vedi chel xe sui coppi?! (trad. dai vai a tirarlo giù! ma cosa? il gatto…non lo vedi che è sopra alle tegole)  stare sopra ai  coppi – Sinonimi e varianti: Ti xe fora come un pergoeo* (pergoeo – tutte le vocali aperte mi raccomando si devono sentire tutte) trad. stai fuori come un pergolo. Ti xe fora come un balcon – trad. sei fuori come un balcone -. ti xe fora – trad. sei fuori.

nderika – ti xe sui coppi lo si usa sempre e solo per fare una benevolenza ai nostri interlocutori, non viene mai detto con cattive intenzioni, neppure nell’esempio 2 – il veneziano infatti parla e  parla e parla e usa grandi frasi. Il pericolo sussiste quando il veneziano tace che significa che sta macinando qualcosa.

Cassi e controcassicassi e stramassicaparosoei: le ho improntate scorsi giorni (boh ieri), per far maggiore chiarezza passerei subito agli esempi pratici

Si e dopo co so nda a magnar el camerier me ga portà cassi e controcassi: (trad si e poi quando sono andato a mangiare il cameriere mi ha portato cazzi e controcazzi) lo si usa per evitare di fare lunghi e prolissi elenchi di pietanze che son state consegnate al commensale, appunto, dal cameriere in questione.

Si ma anca quea in pulman a se mette a contarme i cassi e i stramassi de so mare?!: (trad si ma anche quella, in autobus si mette a raccontarmi degli affari e controaffati di sua madre?!) lo si usa quando si viene scocciati dopo aver subito un lunghissimo elenco di racconti (di cui ci sbatteremmo il cazzo più che volentieri potendo) Notare che la signora poi si trovava in autobus e in autobus queste cose non sono mai belle da sentire, insomma anche a venezia c’è un momento per tutto.

Caparosoei – caparosoei letteralmente significa "vongola verace" eh…visto come?  lo so che il nome vero e il nome dialettale non si assomigliano proprio per un cazzo però ea xe cussì (è così) – Eh ma ghesboro ogni volta però ti parti dai caparosoei (trad. eh ma ghesboro ogni volta inizi a raccontare dalle vongole veraci però…) contestualizzando bene bene dovete considerare che la vongola a venezia è ovunque, la vongola è cultura ma soprattutto è cultura ATAVICA, quando uno vi dice  che partite dalle vongole a raccontare una cosa –  in realtà  – vi sta dicendo che magari l’avete presa un pochetto larga, ok larghissima, tanto larga che gli son caduti i coglioni.

E ricordeve che gavè da studiar

 

Non chiederti cosa il veneziano possa fare per te, chiediti cosa tu puoi fare per il veneziano.

xonta de cassi mii – (trad. aggiunta di cazzi miei) Cri, questo post è per te, ci ho messo tutto il mio che ho potuto trovare quindi non farmi un culo grande oggi, non oggi.

 

 

Annunci

19 commenti

Archiviato in il veneziano per te corsi di lin

19 risposte a “Il veneziano e (qualche) modo di dire

  1. anonimo

    che cuuultiura!!!!!
    (devi recuperare un po’ di arretrato)

    johnny says

  2. anonimo

    u pardon
    DEVO recuperar un po’ di arretrato!

  3. su su su…
    hai un intero tag

  4. capitana aggiungo poi che su cassi e stramassi
    stramassi vuol dire “materassi”
    secondo te perché?
    io a quest’ora della mattina non l’ho mica capito…

  5. e come potrei farti il culo?
    io adoro queste lezioni, lo sai bene
    (notare il TU)

  6. “Caparosoei” e si legge con tutte le vocali come se fosse aiuola?
    E comunque è giusto che i mitili abbian quel nome così strano, ché tra vongola e gondola altrimenti poi il Venexian se sconfonde!

    Oggi c’ho la testa sui coppi… bah

  7. no davvero…
    VONGOLA VERACE – CAPAROSOEO (chi li pesca di frodo CAPAROSOEANTI pronuncia auguri!)
    MITILI – PEOCI – pronuncia peoci

  8. in italiano MITILI – MUSCOLI – inglese mussels (quelli dico!)

  9. vongola

    cozza

    basta aggiungere aglio e prezzemolo et voilà!

  10. dddddiiiiiiooooommmmmiiiooooo
    che buoni……….

  11. e, per la nostra cena in compagnia, proporrò un nuovo piatto trasversale: cotoletta con le cozze!

    come se dixe en venexiàn? Cotolèèètta? Bon.

  12. anche la piccola gonna si dice così, uguaglio

  13. èa còtòèèètta! eh eh eh

  14. come si dice vado a studiare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...