Pensavo a Renato

Questa mattina mi è venuta in mente una cosa di tanti anni fa, a dire il vero me ne son venute in mente almeno 50 ma per comodità mia e pure vostra mi limito a raccontarne due.

.1 – Una volta quando avevo 16 anni sono andata al mercato con una mia amica e siam passate davanti a un banchetto che vendeva pulcini. Dovevate vederli, bellissimi con le piumette soffici e gialle gialle, erano bellissimi. Io e la mia amica eravamo 16 enni dormienti per tante cose, e subivamo il fascino di tante cose,  tipo questa per dire che l’omino del banchetto ci ha messo in mano due pulcini a testa e ce li siamo portati a casa tutte contente. Mio fratello 6 enne sapeva che il pulcino bello diventava gallina brutta e puzzolente, io no, io non mi rendevo conto. I miei due pulcini comunque hanno pianto tutta la notte e poi sono morti il giorno dopo, non sono mai diventati orribili galline puzzolenti.

.2 – Una volta, quando avevo 23 anni sono andata al mercato, da sola. Mi ricordo come fosse ieri che la mamma mi aveva detto "quando prendi i biscotti al cane…prendi solo i biscotti al cane!", io ho grugnito un attimo che il ricordo dei miei pulcini che han vissuto la loro breve vita solo da pulcini ce l’ho sempre più che forte ( me li figuro un po’ come la bambina vampira dell’intervista col vampiro) e mi da fastidio quando mi fan notare dei due pulcini con le frecciatine, molto fastidio. Quel giorno in particolare si vede che avevo le mie cose o che ero nervosa o non so, comunque quel giorno che la mamma mi ha detto quella cosa io son tornata dal mercato con il cibo per il cane – n. 1 gabbietta del valore commerciale di 45 euro – n. 1 lemming del valore commerciale di 4 euro. Ecco. Avevo visto sto lemming da distante e ho chiesto all’omino quanto costava un topino così, lui mi ha spiegato che non era un topino ma bensì un lemming, già quando invece di dire topino ho capito di dover dire lemming mi faceva tanto figo ed ero convinta, poi quando mi ha detto che costava poco poco mi ha straconvinta, poi gli ho chiesto quanto viveva e mi ha detto che vivono circa 8/10 mesi…ecco 8/10 mesi mi pareva un po’ poco, però avevo pensato che comunque mi sarei abituata all’idea di perderlo sin da subito e che andava più che bene tutto sommato che io stavo cercando casa e allora sarebbe stato un pensiero in meno alla sua morte. Insomma quando l’omino del banchetto mi ha detto tutte ste cose ero bella convinta, era tutto facile e non era come i pulcini che diventavano galline – era un lemming che nasceva lemming e moriva lemming – poi vabbeh, magari 45 euro di gabbietta possono sembrare un’inculata ma era piena di tubi e aveva due ruote e la cestina e ho pensato che sti 10 mesi glieli volevo far passare alla stragrande. Dico all’omino di darmi quello li in sinistra e lui mi dice che no che quello è un maschio e che è cattivo e che me ne da lui uno buono. Prendo e vado a casa con tutto, prima però chiedo all’omino come si chiama, l’omino si chiama Renato e io il mio lemming a quel punto, siccome il mio lemming mi pare intelligente come l’omino dei lemming, lo chiamo Renato anche lui.

Quando arrivo a casa la mamma mi dice che sicuramente ho preso un’inculata e che il Renato che ho comprato sarà un lemming vecchio e che morirà in sei mesi se non prima. Le dico che vabbeh, che so che è una di quelle cose che muoiono e che mi abituerò all’idea (non le dico che sono pentita di averlo preso invece che l’orgoglio mio è immenso su ste robe  – che poi son pentita di averlo preso perchè mi ha già dato due morsi e siamo assieme da solo due ore – sono pentita perchè ho capito che gli dovrò pulire la gabbietta e se sapevo invece di prendere un villino prendevo na cosa più piccola che ci son già tutte le cacche troppo dislocate – insomma son già pentita che so che soffrirò della sua dipartita)

Renato in breve, brevissimo tempo, si rivela per quello che è:  il lemming del demonio, non scherzo, ogni volta che gli devo cambiare cibo, acqua o vaschetta tutta lui mi vien vicino e muove tutto il nasetto e poi mi morde da farmi sangue – è carnivoro e l’ho visto molestare il pesce rosso suo vicino di casa – Renato non lo posso appoggiare sul letto per coccolarlo perchè non lo posso prendere su, è semplicemente un lemming cattivo – il mio cane di 14 kili ha paura di Renato. Quando arriva il suo 10° mese lo ammetto, sono un po’ contenta – Sto di merda a dirlo però veramente mai avuto in casa creatura più bastarda di quel lemming, cattivo dico io e ho detto tutto. 

Arriva il  decimo mese e Renato non muore, come non muore al dodicesimo e come non muore al diciottesimo –

Un giorno mio fratello va al cesso,  vede Renato che è li che corre sulla ruota e come tutti noi pensa "è il topo immortale del miglio verde e vive a casa nostra", poi mio fratello va a far pipi, credo si sia lavato le mani e all’uscita vede la ruota che gira da sola e renato non è su, Renato è a fianco alla ruota con le zampe all’insu…24 mesi di merda – L’abbiam sepolto in giardino e gli abbiam fatto un bel funerale. Da parte mia non una lacrima, ora che ci penso neppure da parte degli altri familiari anche se la mamma era un po’ tesa.

Fine della storia di Renato

Io al mercato non ci compro più un cazzo giuro.

Annunci

20 commenti

Archiviato in i love them, la di lei vita, shes

20 risposte a “Pensavo a Renato

  1. questo pezzo sembra scritto da maurizio milano. a me mi piace molto maurizio milani.

  2. e a me mi stan sul cazzo i disgrafici….volevo scrivere maurizio milani, ecchecazzo.

  3. ma è sicura che i pulcini diventano galline?
    jS

  4. ZiaS lei mi ha scritto una cosa bellissima, grazie.
    Dai che torno dai che torno dai che torno.
    James…ma salve, ehssi, sicura come la morte (ahahahahahah)

  5. “a me mi” non si dice.

  6. a me mi si dice che e’ rafforzativo. poi soprattutto se si dice a me mi piace maurizio milani, si deve assolutamente dire a me mi.

  7. son suonata, ero loggata da gatto

  8. a me mi era scappato dalla gabbietta il criceto dei vicini, non lo abbiamo mai più trovato. Nemmeno il cadavere. Però non si chiamava Renato. Spero per il gatto-lince che non avesse strane malattie.

  9. “credo si sia lavato le mani” :-)
    su noi uomini sempre saggio dubitare

  10. “Io al mercato non ci compro più un cazzo giuro.” è una chiusura perfetta…

    Bleek

  11. Mnasi, è per questo che a volte esito a stringere la mano alle presentazioni ufficiali.
    Bleek – anfatti
    MomY Рma lo avete ricomprato il criceto al vicino poi, nel senso, si ̬ accorto?!
    ZiaS & Jeff – apposto?!

  12. No, no. Il gatto-lince è del vicino. Quindi, in fin dei conti, il criceto è rimasto a casa sua.

    Potrei anche raccontarti la storia di Andrea e dei gerbilli, magari un’altra volta, vah.

  13. massai che ho un ricordo vago di un andrea e di gerbilli…secondo me mi hai raccontato in un face to face, ma non ricordo bene.

  14. sempre roditori simili ai criceti però un po’ più ciccioni
    gerbilli insomma

  15. già, Andrea andò a vivere da solo e iniziò a sentirsi un po’ solo, quindi incontrò un negoziante (bastardo) che gli propose una coppia di DUE femmine di gerbillo. Ecco, non erano DUE femmine e Andrea iniziò ad avere nidiate e nidiate di gerbilli… peraltro fugaci, nel senso che sapevano aprire la gabbia… tentò (invano) di sbolognare gerbilli-junior ad amici e parenti, che, furbi-furbini, si rifiutarono. Indi rinunciò all’allevamento casalingo e riportò al negoziante (bastardo) i 30 gerbilli. Amen

  16. ma proprio amen..chissà quanto ha pianto la madonna voglio dire.

  17. Un giorno devo scrivere anch’io un post sul mio defunto criceto assassino. Doveva essere parente di Renato.

  18. Mariatn…facile che siano tutti molto parenti pensavo :)

  19. Il mio lemming è vissuto 2 anni da RE! Era tanto coccolone anche se non andava d’accordo con i miei due gatti e passava le sue giornate a corrergli dietro! A dire la verità non era di pura razza, diciamo che era un incrocio con un criceto e verso il secondo anno diventò così grande che nel mega-castello di tubi che gli avevo preparato non ci entrava proprio! Forse era un incrocio con una pantegana! Alla sua morte che aspettavo con ansia, visto che le ultime due settimane non camminava neppure, sono rimasto malissimo, e ho deciso di non prendermene mai più uno… DUE però forse si! :) ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...