la mia torta preferita è lo strudel con la mela e la cannella, anche se la mela mi fa cagare…

Mi ricordo molto bene che i miei genitori quella volta ci hanno messo un po’ a farmi capire la differenza tra il mio compleanno e natale, verso i 5 anni credo, forse prima o forse dopo. Ricordo che magari partecipavo al compleanno di qualcuno, compleanno in primavera e poi chiedevo alla mamma "ma il mio quando è?" e lei giu a spiegarmi. C’è la cosa del regalo unico poi, dicono che chi nasce in periodo natalizio, poverino, abbia a che vedere con il destino del regalo unico. Per me non è mai stato così, ho sempre avuto la distinzione da tutti, un regalo per il compleanno (quello piu bello di solito), un regalo per natale.

Nel periodo scolastico delle elementari le scuole chiudevano sempre piu o meno nel giorno del mio compleanno. I bambini partivano o comunque erano già in ferie, la mia festa piu bella è stata quella di quando avevo otto anni e sono andata a festeggiare dal vicino. Il vicino aveva la fattoria con i conigli e i maiali e le galline e le oche…insomma era pieno di cose interessanti e mi ricordo che mi  ha regalato un coniglio quella volta, ero andata li apposta per decidere quello che mi piaceva di piu. Billy, billy come il bricchetto con l’arancio che non si trova piu da anni. In quegli anni tra le altre cose, non si diceva "vuoi un succhetto?", no, in quegli anni si diceva proprio "Vuoi un Billy?" beissimo!

Alle medie ho iniziato a far festini che i ragazzini avevano disponibilità diverse rispetto alle elementari, alle medie il festino era bello se si aveva la casa libera, va da se che i miei festini facessero cagare, a tutti, a me per prima.

Alle superiori ero fichissima…andavo in discoteca con i documenti falsi, facevo la pierre quindi potevo bere e offrir da bere, frequentavo piazza ferretto, andavo a ballare all’area_city (brivido), essere invitati a una mia festa era una cosa da fichi, avevo il cappellino diesel con la scritta sulla fronte DSL, uscivo con mio cugino di 4 anni piu avanti e con i suoi amici di 4 anni piu avanti.

Dopo la scuola, la  calma, i colleghi di lavoro una compagnia diversa, oddio tante…ho smesso di organizzare una festa di compleanno ed è partita la moda del compleanno di Erika. Funzionava che verso natale ci sarebbe stato il mio compleanno e bon. Da quando mi veniva in mente sta cosa, che poteva essere il 2 di dicembre o anche il 27 io trovavo persone o uscivo con persone e dal nulla me ne uscivo con "è il mio compleanno! festeggiamo? andiamo a bere, andiamo a mangiare?" e questi in risposta "ma oggi?" e io "no, non oggi…ma chissenefrega, andiamo!" e si andava poi. Il mio compleanno in quel periodo durava anche cicli di tre settimane. Mi piaceva.

Ecco, non son mai stata una di quelle che si va in pizzeria, perchè se si andava in pizzeria volevo offrire io per tutti ma i tutti a cui avrei voluto offrire erano almeno duecento. Non sono mai stata una di quelle che "la torta e le candeline e soffia e esprimi un desiderio" no, troppo imbarazzo…fossi stata così mi sarei messa a fare un lavoro in televisione, tipo la velina.

Quest’anno  a settembre dicevo che avrei voluto festeggiare il compleanno in banchina adriatica con qualche amico, qualche collega…ma, poi boh, sarà il freddo, sarà un po’ di disagio, sarà che molte cose mi stan rotolando via e mi pare che non ci sia da festeggiare poi tanto, non ho piu voglia, non adesso.

Sono nata il 22 dicembre 1978 alle 2345 all’ospedale di mestre, quell’ospedale di mestre non c’è piu, ne abbiamo uno nuovo, domani avrò 30 anni e sono nella fascia di mezzo, quella che per le vecchie generazioni sei già oltre, quella che per le nuove sei poco piu che adolescente, è il mio motivo primario di crisi, non so dove collocarmi. Non ho figli, non sono sposata, ho una casa, ho un lavoro, ho voglia di cose. Tutte queste informazioni sino a qualche giorno fa mi procuravano ansia, mi facevano dire "devi calmarti erika", oggi no…oggi penso che io non devo calmarmi, penso che devo restare proprio così. Penso a tutte le volte che in vita mia ho pensato "diomio…avanti così io mica ci arrivo ai trenta" e invece…e soprattutto, da qui, da qui e oggi, penso che ho un miliardo di cose da fare ancoora, piu di un miliardo, di piu…ma, se succedesse che la mia vita si chiudesse domani alle 23,44, sarei comunque felice di quello che è stata la mia vita, certo, sarei una sfigata di merda a morire alle 23,44 del 22 dicembre 2008 ma sarei una sfigata di merda felice.

Prendete e duebaciatemi tutti!

Annunci

17 commenti

Archiviato in la di lei vita, questa la so, shes, unforgettable

17 risposte a “la mia torta preferita è lo strudel con la mela e la cannella, anche se la mela mi fa cagare…

  1. xlthlx

    e te li faccio domani gli auguri ;)
    a trent’anni anch’io non avevo figli, non ero sposata, avevo casa, un lavoro, e tanta voglia di cose.
    ne ho quasi quaranta (l’anno prossimo 39) e sto ancora cosi’. dici che sono una sfigata? ;) io mi sento fortunata. ti duebbacio :*

  2. anonimo

    Io dico che fa una terezza infinita sig.ra Capitana :)
    30 anni fascia di mezzo?
    Ma scherziamo? Sono questi gli anni migliori echecazzo!
    E sei piccolo: e non puoi fare quel che ti pare che ti stressano.
    E sei grande: ma sta male fare come ti pare a te.
    Se non si spacca il c… a tutti ora, quando?
    Si goda i suoi splendidi trent’anni Capitana cara.
    C’avrà mica fretta di far vecchia diamine!

    triplobacio con auguri affettuosi.

    Francesco

    (p.s.: oh so riuscito a trattenermi sino a dopo la mezza! nel frattempo in mente il commento sarà cambiato 30 volte ahaha)
    (pps:matrimonio? maquandomai si fidi si fidi)

  3. anonimo

    ppps: porcamonnezza della fretta echecaspita: abbasso la cannella.
    da ste parti fanno i dolci tipo zucchero e cannella per quanta ne usano, che poi non ci senti il gusto manco della fisherman’s friend.

    FraAgainstCinnamon

  4. DueTremila baci per la Capitana, a 30 si riparte con sprint!
    Auguri!!!!

  5. no, mica per il brindisi, trentenne felice, per quello abbiam ben altre idee!
    Auguri Capitana, son contenta che tu sia contenta, che poi i tuoi trenta te li porti così bene che sembran ancora ventinove! (balle, mooolti meno!). E auguuuuuri, auguriiiiiiiiiiiii auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii (anche dal Cri). ;** doublekissss

  6. billlyyyyyyyyyyyyy
    grazie

  7. piesse: io da piccola avevo una capra che si chiamava Billy. Era scema come una capra, per l’appunto, le davamo il sale sul giornale e lei buttava il sale e mangiava il giornale…

  8. anonimo

    Buon Compleanno…!
    Giù

  9. Ohò, qui c’è da augurarle gli auguri per il festoso genetliaco ;-)

  10. buon genetliacooooo Capitanaaaa! Senza candelina che altrimenti sai che macello con lo zucchero a velo?!

  11. arrivo solo oggi (per motivi di viaggio) però tanti auguri, insomma.
    trentenne.

  12. Usti se si invecchia da ‘ste parti. auguri ritardatari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...