oui je t’aime.

Oggi mi è successa questa cosa strana che vorrei andare a raccontare ora ora prima che passi la notte a farmi dimenticare il sentimiento.

Se non c’è problema io parto a raccontare da ieri…se ancora non ci sta problema io parto anche a raccontare da un pochetto prima, facciamo che vi sto raccontando da quando vi son scivolata via da sotto gli occhietti belli e bon.

Passo in ufficio dei giorni duri, durissimi, son così duri questi giorni che mi sveglio alla mattina e già tengo la mascella in tiro. Non solo sono duri i giorni in ufficio, il vero colpo di grazia per me è quando in ufficio non sono che uno dice "bon ho finito, oro" invece poi non hai finito proprio per un cazzo, anzi ti arriva una mail sulla moretta e tu tiri giù un gran porco perchè non sei in ufficio a poter lavorare su quell’evento di cui hai letto la mail e sai già che l’indomani, non solo ti alzi con la mascella in tiro…ti alzi col famoso cazzo in culo e a ore 5,30, orario effettivo della sveglia della capitana, beh svegliarsi con un cazzo in culo non è bello soprattutto perchè sai che la giornata è lunga e ne arriveranno altri.

Passo dei giorni duri è il sunto.

Oggi è stato un mio giorno duro più duro.

Oggi a un certo punto, non per decisione, mi son resa conto che mi mancava il sorriso, verso i colleghi, verso gli amici, verso la vita. Stavo col mio muso duro a lavorare, come direbbe un mio amico "china sul fatturato" …il mio muso era così duro che una mia collega mi ha detto "è così brutto?" e io le ho risposto "anche di più" e il sottinteso era che cercavo di farle un buon viso che non avevo.

Ho perso il sorriso per tutto è il sunto.

Oggi poi su skype, è successo che è venuta una persona a chiedermi di fare amicizia e io stavo incasinata sino alle doppie punte e ho pensato "ohmaghesborotuttiamiimatti" poi però questa amicizia non era una di quelle matte, era una di quelle che come me quando non ho i problemi di lavoro gli piace stare in compagnia e parlare anche di aria e ridere e gli piace anche far sorridere scopro io. Scopro perchè mi accorgo che a un certo punto mentre leggo quello che scrive, beh mi si smolla la mascella e mi vien da sorridere con gli occhi.

Vi racconto tutto bene che così sorridete anche voi che avete bisogno lo so, insomma questa amicizia a un certo punto mi dice che è sicuro come la morte che io abbia gli occhi verdi (n.d.erika.: nel mio skype c’è la mia foto che si vedono gli occhi per davvero non come qua e li lo vede anche stevie wonder che son verdi) e io allora che sono una di quelle che non da soddisfazione gli dico che potebbe essere ma che potrebbe anche essere che no e che magari si stia proprio sbagliando e che sia con gli occhi di colore blue. Allora questa amicizia per tutta risposta mi dice che se è così come dico io, beh allora mica è vero che sono italiana, dice che se è come dico io sono di una nazionalità diversa ad esempio sono turca.

Io oggi avevo un bisogno di sorridere che non si può spiegare è il sunto.

Ho sorriso, dopo la battuta di questa nuova amicizia, così taaaanto che poi mi sono rilassata e avevo le lacrime agli occhi, che avete presente quando vi tenete dentro il gran botto? ecco è stato il mio gran botto.

Questa nuova amicizia non lo sa che io sono la CptUncino…e anche lo sapesse non capirebbe perchè l’italiano non lo sa e l’inglese lo sa appena appena, diciamo che parla bene il francese si è capito.

Allora ho fatto quel titolo li.

Quel titolo li, il sunto, io non è che lo aime per davvero però mi ha fatta sorridere oggi che non era facile e mi ha pure fatto scrivere questa novella che vi farà un po’ di compagnia mentre io sto a far lo zerbino.

 

Annunci

6 commenti

Archiviato in i love them, la di lei vita, on duty, shes

6 risposte a “oui je t’aime.

  1. ecco, pari pari a te sto, con la sola differenza che nessuna amicizia mi ha fatto sorridere e rilassare. Però ti leggo e son contenta per te :-)

  2. dato che la ziaS è in vacanza, stamane mi prendo la briga di scrivere: non ci ho capito un beanto cazzo.

    Ma dato anche che non sono la ziaS e invece ho capito tutto perché la Momy è furba, e lo sanno tutti che fa solo finta di non esserlo…
    ecco, mi sono persa. Però quello che decide che devi essere quantomeno turca se hai gli occhi blue sarà anche francofono ma a me mi pare un po’ pirla…

    Appparteciò, torno dopo. Con il cervello meno annebbiato, magari.

  3. mi chiedo se hai un fans club sotto casa.E se No perchè?

    diamonds

  4. CapitanaS’ fan club, oh yeeear!

  5. turca nel senso di cesso?!

  6. anonimo

    A parte i periodi che si torna a casa e si stramazza dal sonno vestiti e ci si rianima alle 3 x fare una doccia un caffè ed è ora di lavorare,
    sappi che il fUn club tifa per te, pure se c’ha altro da fare e tiene la testa sott’olio,
    e sappi pure che ti si vuole bene tutti.

    Un abbraccio senza tocco

    Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...