de professionismo

sei in lavoro e ti crolla in testa un universo (altro che pianoforte a coda), il disastro, il major disastro, il casinodiddio e sei già che pensi che vorresti poter cagarti addosso per andare a casa a cambiarti (a me non è mai successo ma alle elementari di ste scene ne vedevo tutti i giorni).

Con l’esplosione ancora intorno tiri giù una madonna che volevi restarci secca in quell’esplosione, invece poi no, sei li e sei l’unica che può attivarsi, tirare fuori il fottutto professionismo e mantenere la calma –

Lavori con lo strano malessere e porti avanti le cose e lo fai per il professionismo perchè sei capace perchè sei li per quello, vivi di quello. Ti senti winston wolf anche se sei più piccola, è la forza interiore che conta.

Poi vai a casa, ti liberi del cazzo di professionismo perchè sei a casa tua e vaffanculo tutto e vaffanculo tutti e vuoi vivere ed è…è proprio quando molli il professionismo e resti solo erika che ce l’hai nel culo, quando va via wolf e resti solo tu. Quando ti trovi ore seduta nella terrazza con il blackberry in braccio e il vodka lemon sul tavolo.

oggi ho un mal di testa di merda.

Annunci

10 commenti

Archiviato in la di lei vita, numb, on duty

10 risposte a “de professionismo

  1. wolf non va via, si chiama problem solving ed è tuo come i capelli castani o la pelle chiara.
    si chiama mal di testa, quello invece si che va via con una cibalgina e un caffé
    :)

    funk ulo. bisognerebbe straviarsi, ecco.
    uno strabacio

  2. Anch’io, e con oggi son tre giorni :*

    xlthlx

  3. quando un piccione o un finanziere entra in ufficio pure il sottoscritto si sente Winston(di Orwell 1994).Passerà

    diamonds

    [audio src="http://ftp.lipkiy.ru/Music2/Moby/Play/04-Moby%20-%20Why%20does%20my%20heart%20feel%20so%20bad.mp3" /]

  4. Momendol e passerà.

    Abbracci

  5. giahhhh
    e’ per questo che io di mestiere da grande vorrei fare la dilettante per sempre…

  6. anonimo

    …cara Capitana, quando mi ritrovo come te, con la stessa pesantezza in testa, non trovo nulla di meglio di un bel “sonniffero” al bitter…della casa farmaceutica “Nico” possibilmente….

    a4c

  7. il fucking professionismo ormai c’è. E’ sul post-professionismo che bisogna lavorare un po’.
    Magari lasciando scivolare il blackberry (e non il malumore) nel vodkalemon.

    Nel cassetto dell’ufficio ho due scatole di nurofen e una di aspirina, vorrà dire qualcosa? (sì, che son professionale pure nei mal di testa ricorrenti… uff)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...