eccoci qua.

niente insomma, son rimasta così illuminata dai consigli del tg di oggi che avevo voglia di condividere ste cose dell’influenza così non si può dire che io non abbia un blog utile. Dicevano che bisogna lavarsi le mani con il sapone, ieri han detto di evitare il contatto con le persone infette. Oggi di nuovo han spiegato che anche i calciatori rinunzieranno alla stretta di mano agli eventi internazionali (stasera mi raccomando radunate gli amici che ci vediamo l’evento internazionale in tivvu).***

così insomma, io sarà che da due giorni ho febbre ma mi sento tutta illuminata da sta cosa e mi son fatta tutta una serie di percorsi in testa per capire quando ho preso l’influenza

percorsi:

1. quel giorno che in pulmetto era pieno di gente e io ero attaccata al palo e poi mi si è scheggiata una unghia (una unghia mi ha insegnato un amico mio a dirlo così) e io mi sono messa il dito in bocca e forse quello che aveva messo la mano prima di me era già un po’ costipato.

2. quel giorno che in panificio la vecchia di merda che mi è passata davanti uscendo mi ha urtata e tossita in faccia.

3. quel giorno che il mio gatto mi ha starnutito addosso.

4. quel giorno che la mamma non si sentiva del tutto bene e nonostante questo ha insistito che mi fermassi a cena.

5. quel giorno che ho aperto la bocca mentre transitavo in gommone davanti all’isola delle scoasse. (scoasse è spazzatura. a venezia c’è un’isola dove si sgancia spazzatura. si davvero.)

ecco…invece son sicura come la morte che non mi sia uscita domenica sera che ho prenotato un bellissimo tavolo all’ esterno in un bellissimo ristorante in piena campagna dove io ho poi cenato poco vestita. son sicura che non sia per quello.

Ah…una mia amica mi ha poi detto che se ho la febbre non posso andare dal medico. Io lo chiamo e lui corre a casa a farmi un prelievo di saliva (e  pensare al mio medico che mi corre a casa per prelevarmi saliva mi vien da dire che solo in un posto mi corre il medico…mi corre in culo proprio. già) e che io avrò il risultato dopo sei giorni.

sei giorni

io in sei giorni faccio fuori un morbillo o in alternativa in sei giorni un morbillo fa fuori me. sei giorni è tanto.

Niente allora, adesso che siete illuminati e non potete dire che io non ve l’ho detto, lavatevi bene le mani con il sapone, mi raccomando.

***son stati gentili quelli del tiggi a spiegare che i calciatori agli eventi internazionali non stringeranno le mani per non prendersi il scabu. Adesso son tutta contenta che così so che posso andare ad infilare la lingua in bocca ad Inzaghi senza troppe paturnie salutistiche. magari prima insomma.

 

Annunci

25 commenti

Archiviato in la di lei vita, questa la so, she said, shes

25 risposte a “eccoci qua.

  1. prima di avvicinarmi al tuo blog ho indossato la regolamentare mascherina ed anche i guanti, quindi non uniremo i germi della mia febbre/raffreddore (NON preso perché domenica c’erano 18 gradi e il vento e NON avevo freddo NO!) ai tuoi. Però ieri ero in un posto moolto affollato e faceva anche caldo, dici che qualche germino può esser scappato?!

  2. anonimo

    No, ecco. Io ho una vera ossessione per le mani. Le martorio a forza di lavarle, credo sia per via di mia madre. Potevo rotolarmi nel fango ma il grave era non lavarsi le mani. Un po’ come i giornali, mia madre dico. No comunque il fatto è che ieri le mani le ho lavate un sacco. Però esco la sera con gli amici e uno di loro, che non mi piace ma è bello bello forte, mi parla addosso tutta la sera. A fine serata scopro che ha passato il pomeriggio a chiacchierare con un amico comune che ha la febbre alta a 39 o giù di lì. Ovviamente sono corsa a lavarmi le mani. Direi che sono a posto. Non ho frequentato locali pubblici, le mani le ho lavate. A posto dai. Comunque fra 6 giorni vi so dire.

    Siamai.

  3. dipende se era affollato e caldo che stavate in due o più e uno dei due o più aveva il germe è sicuramente quello.
    a meno che non fosse inzaghi il due o più che si è capito che lui no.

  4. lo dovrebbero dire al tg
    di non frequentare gli amici di amici di amici se non si è sicuri che quegli amici di amici di amici siano di quelli che si lavano tanto le mani.

  5. anonimo

    Avevo scritto tutto un commento elaborato, lo invio e niente, non è stato pubblicato.
    Quindi ora rifaccio ma la seconda volta viene male per via che uno l’ha già scritto quindi non so, è peggio proprio, sarà per quella storia di Paganini che mi perseguita.
    Stavolta però lo salvo prima di dare invio (se mi ricordo).
    Comunque dicevo. Cosa dicevo già?
    Ah sì, che le mani le lavo tantissimo, è una mania proprio.
    Sarà per via che mia madre potevo rotolarmi nel fango ma mi sgridava solo per via delle mani. Come i giornali insomma, mia madre intendo.
    Beh, anche ieri le ho lavate parecchio. La sera ero a casa di amici e c’erano loro, gli amici dico, un Martini e parecchie noccioline anche. E uno di questi, che non mi interessa giuro ma è bello bello proprio, mi ha parlato addosso parecchio, molto vicino perché il Martini al quarto bicchiere pieno inizia ad avere qualche effetto collaterale credo. Dopo due ore di chiacchiera vicini vicini mi dice che ha passato il pomeriggio in giro (in metro, bus, per Termini, zone affollate) insieme ad un amico che attualmente è a letto con febbre a 40. Ovvio che sono corsa a lavarmi le mani. Ora sono a posto, no? Non ho frequentato posti affollati, le mani le ho lavate. Sì a posto.
    Fra sei giorni vi faccio poi sapere. No dico per l’amico, quello che non si lava le mani, io sono a posto abbiamo detto.

    Siamai.

  6. anonimo

    Acc, lo aveva pubblicato già. Non lo faceva visualizzare a me. E’ spam grave Capitana? O mi perdoni?

    Mi spiace.
    Giuro.
    Dai mi lavo le mani per punizione.

    Siamai.

  7. pensavo agli amici abituali del premier. baciamo le mani non potranno dirlo.
    di pietro invece altri punti in piu`.
    beh lo so, non ho detto cose sensate.
    ma areare il locale prima di soggiornarvi non va bene?

    emma

  8. quello non lo han detto al tg però.

  9. anonimo

    Oh capitana mia capitana, son anni che non navigo più le sue acque, ma ogni tanto passo, leggo, rimembro e mi diverto.

    un caro saluto,

    weissblut

    (se si ricorda ancora di me, mia cara, le lascerò addirittura il mio indirisso imeil. un besin!)

  10. Dicono che se hai il cancro al colon da dodici anni ed una pallina di asfalto nel cervello questa influenza sia mortale.

  11. vero! Ho sentito anch’io dell’altissima incidenza di mortalità in caso di connubio tra H1N1 e pallina d’asfalto nel cervello.

  12. però resta che se ti lavi le mani sei a posto anche se hai la pallina di asfalto in circolo. io ho capito così.

  13. Ma i monchi come fanno? Son costrtti a soccombere all’influenza per mancanza di mani da lavare?
    E tu, CPT Giacomo Uncino?

    Ma perché alla TV non hanno specificato il da farsi? E se uno ha una mano sola come se la cava, che 1 mano lava l’altra… acc…

  14. è vero…
    farò un post.

  15. anonimo

    OT : è fondata la notizia che stai scrivendo un libro? O_O

  16. anonimo

    lo divorerò ; )in bocca al lupo!

  17. :) grazie, lo spero. io ci sto mettendo dell’impegno insomma. vuoi forse mica dirmi chi sei?

  18. anonimo

    sorry, torno adesso. lettrice aficionada da sempre, ma senza protagonismi. magari per il libro mi riserverò una recensione ; )

  19. sono curiosa come una merda.

  20. Sulle merde ne ho sentite tante. Ma mai di merde che passano la giornata in finestra a guardare la gente passare per la via o dalla fruttivendola facendo finta di giocare a pinella in veranda stando invece a curiosare sulle altrui faccende. Mai.

  21. a venezia si dice così
    (che è la frase che mi para un po’ il culo per tutto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...