sicura?

niente, ve lo ricordate il film dell’uomo che sussurrava ai cavalli? vi fo la spiega?
spiega:
c’è sta ragazzina che va a farsi una passeggiata col cavallo sull’asfalto pieno di neve alle sei di mattina di inverno che io col cazzo che metterei il naso fuori di casa, figuriamoci andare a passeggiare col cavallo, per non dire dei pantaloni da cavallo che sono aderentissimi e poco termici e fanno un m_d_f che non vi dico, comunque sta ragazzina prende e va fuori col cavallo e il cavallo in una salita o in una discesa (non mi ricordo) scivola e un camion nello stesso momento a tre metri da lei in una salita o in una discesa (non mi ricordo) scivola e la centra in pieno a lei e alla sua amichetta di cavallo che muore sul colpo (ve lo dicevo che per andare a cavallo, o anche in camion e comunque fuori, era una giornata di merda). La ragazzina come il suo cavallo restano zoppi per un pochetto, un pochetto che dura sino a che la mamma di lei non si trova con uno che era famoso per sistemare i cavalli che parevano da rottamare. Alla fine della storia il cavallo guarisce e anche la ragazzina che io spero da quel giorno in avanti si premuri di andare a cavallo solo nei giorni di sole e eventualmente di montare al cavallo le ruote da neve in caso di neve.
Volevo dire sui cavalli che io quando ho ripreso, quattro lezioni fa, mi pareva di non ricordarmi nulla e mi faceva male dappertutto e mi mettevo a fare le guerre col cavallo che è una cagata farci la guerra perché lo si vede a occhio nudo che lui è più grosso. Insomma alla prima lezione, quattro volte fa, mi pareva di non riuscire a riprendere ad andare, come se avendo perso quello sport  per un pochetto avessi proprio perso quello sport, come se avessi perso la mano e non potessi mai più recuperarla, come se fossi troppo vecchia per tornare a far le cagate sopra a un cavallo di un metro e settanta di garrese.
Invece oggi mi sono accorta che mi sbagliavo.
Ho fatto il salto ostacoli e non sono neanche morta.

Annunci

8 commenti

Archiviato in giorni fantastici, la di lei vita, me piace, shes

8 risposte a “sicura?

  1. Me lo ricordo, perché due sale più in là davano "Small soldiers" e io invece, da brava bimba che segue la mamma e la sua amica, mi son sorbita Robert Redford che pispigliava agli equini quando avrei potuto vedere giocattoli parlanti e semoventi combattere tra di loro per….
    Per….?
    Beh, se l’avessi visto lo saprei.
    Comunque sì, in caso di neve meglio cioccolata e caminetto.

  2. bèh! hai avuto un culo sconsiderato a non farti manco un graffio eh !

  3. andare a cavallo è come andare in bicicletta, solo che non ha le ruote e, se lo lasci lì è difficile che te lo rubino, ma è probabile che se ne vada. In ogni caso, sia che lasci il cavallo incustodito, sia che lasci la bicicletta incustodita, è facile che ti ritrovi a tornare a piedi.
    Io da piccola parlavo con i cavalli, e loro mi rispondevano. Ora che sono cresciuta provo ancora a parlargli, ma mi mordono. La bicicletta almeno non morde. Però non riesco a convincerla a saltare gli ostacoli.

  4. signorina Momy per quello serve il downhill, una volta le insegno.
    signorina Marlene beh qualche graffio in realtà lo ho, però piccolo piccolo.
    signorina vita da terrestre…mamme e sticazzi.

  5. quel film è una boiata immonda: so io che fine fanno i cavalli zoppi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...