io mi vergognavo, allora son stata zitta. (un post di spurgo.)

E’ da un po’ che al maneggio hanno smesso di darmi i cavalli buoni. Non è che mi diano i cavalli cattivi, anzi, i cavalli cattivi, così come i bambini cattivi, beh non esistono. I cavalli buoni di solito sono i cavalli un po’ vecchiotti, abituati a far scuola in maneggio da anni, anche chi non è mai stato a cavallo ci può salire in sicurezza. I cavalli che chiamerò "cavalli spaccacazzo" sono quelli un po’ più giovani o quelli che magari hanno qualche vena di sangue caldo o che magari son stati trattati di merda da piccoli, insomma i cavalli spaccacazzo sono quei cavalli paragonabili a tutti noi, con il nostro carattere, la nostra storia, le nostre manie e le nostre cagate mentre i cavalli buoni sono paragonabili alle persone che le guardi e dici "che bella persona, da far santo subito, un eroe, un santo di uomo, una santa di donna".
Interagire con le persone normali, che abbiamo paragonato ai cavalli spaccacazzo è la routine, ci si è abituati e si sa che ogni tanto ci son gli scontri. Interagire con i cavalli spaccacazzi invece, anche se paragonati alle persone normali, è diverso.
Sopra a un cavallo devi modificare il punto di vista perché il bestio si aggira intorno ai quattrocento chili quindi far gli scontri non sempre è la soluzione, allora dicevo, si deve cambiare punto di vista e usare le armi a nostro favore.
Hanno smesso di darmi i cavalli buoni al maneggio dicevo e hanno iniziato a darmi un arabetto, un cavallino piccolo, bellissimo, elegante, di quelli che corrono con la coda bella alta, dai lo avete visto un arabetto. Però non è un cavallo buono, è un cavallo spaccacazzi e lui ogni tanto mentre siamo a fare il lavoro in maneggio, gli girano le palle e fa le fughe. Fa le fughe con me sopra. Per quelli che non sanno, fare le fughe è quando magari si è che si cammina per strada e poi ci si accorge che sta passando il pulmetto e allora si fa un grande scatto per poi fermarsi di colpo e tirare un porco che lo si è perso. Dopo la corsa e il porco un po’ siete risentiti no? figuratevi a quanto mi son risentita io che il cavallo mi ha fatto le fughe e non c’era manco il pulmetto, il pulmetto se lo è visto solo lui.
Scorsa settimana mi son risentita tanto che io volevo lavorare bene in maneggio ma lui mi faceva le fughe e allora non riuscivo a far niente a parte il mio meglio per non cader di sella.
Allora son sbroccata, mi sono incazzata proprio con l’insegnante e le ho detto che era quasi un mese che lavoravo con lui e che non combinavo nulla perché lui fa il mona e che non è giusto che siano tutti sereni a lavorare e io no.
Son sbroccata che le ho urlato dietro capite?
e poi dopo ore ero triste che quello è il cavallo più fico da montare in quel maneggio proprio per sto suo difetto che si inventa di dover prendere il pulmetto. Quello è in effetti il cavallo che davano a quelli bravi, allora mi son pensata che forse io ero brava se me lo davano sempre.
Stamattina che sono arrivata al maneggio ho chiesto che cavallo avevo e allora l’insegnante mi ha detto che se volevo mi dava uno buono ma che se montavo l’arabetto era più contenta che per me sarebbe stata una sfida che solo partecipando avrei vinto.
Oggi l’arabetto ha provato a prendere il pulmetto che vede solo lui 6 volte, sei, però io mica mi son fermata e ho detto che volevo scendere, no.
Dovevate vedere che bene abbiamo lavorato tra un pulmetto e l’altro.
Son felice.
 

Annunci

5 commenti

Archiviato in cose rosa, filippo, giorni fantastici

5 risposte a “io mi vergognavo, allora son stata zitta. (un post di spurgo.)

  1. Non ti ho mai vista urlar dietro (o davanti) a qualcuno… e forse è meglio!
    Comunque brava, e soprattutto, cosa che dico raramente (non per alterigia ma per sincerità!) mi è piaciuto proprio questo post!
    Evviva!

  2. anonimo

    Bhè son sicura che sopra a lui il pulmetto alla mattina riusciresti a prenderlo!!! ;D
    Deb

  3. son sempre le cose difficili che dan soddisfazione! (e’ il mio cavallo di battaglia quando provo a spiegarmi agli uomini ma non funziona mai…. chissa’ perche’)

  4. L’unica soluzione è farlo contento: fagli prendere ‘sto pulmetto almeno una volta!
    p.s.: i cavalli buoni, quelli vecchiotti, l’hanno mai preso?
    JeanduYacht

  5. Non conosco il duro mondo dell’equitazione, ma ho un amico equitante, lo manderò a leggere questo post.

    Che non è male. Anzi.

    Sciuscia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...