chi non lavora non fa all’amore.

E’ un periodo di fuego e io in cuor mio vorrei raccontarvi tutto subito ma non posso. Mi serve del tempo e poi ve lo giuro sul canguro che vi racconto tutto.
Il mio ufficio mi perplime in quanto mi si chiede di preparare cose che non mi competono, il mio punto di vista non è quello di una che dice "ah non questo non mi compete", il mio punto di vista è che non sono in grado di fare alcune cose, non sono adatta, non mi è mai stato insegnato, non ne sono capace…e infatti…
Ho perso due giorni di vita per formulare un documento, ho detto che non era una cosa di mia competenza ma o io o nessun altro mi è stato detto, allora l’ho fatto io. è stato, il farlo, il mio primo errore.
Il mio responsabile quando lo ha visto mi si è complimentato e mi ha detto "ineccepibile, perfetto"
il mio responsabile poi è andato dal supercapomegagalattico a presentare il mio documento.
Il supercapomegagalattico ha detto che il mio documento gli faceva schifo al cazzo (o un sinonimo, non mi ricordo)
Il mio secondo errore è stato riformulare il documento, sulla base di quanto riferitomi dal mio responsabile…e già qui una dice "ma devo lavorare per riferimenti e appunti presi male?" …
Ho perso anima e core per formularlo quasi ex novo (che ha tenuto una frase una)
La cosa buona e giusta mia di oggi è stata di dire "se gli va bene gli va bene se no io non lo faccio più, non mi compete e non ne sono capace e ho tante altre cose da fare, non ho tempo da perdere non me ne posso più occupare"
che ci è voluto coraggio.
Poi penso al mio ex responsabile che mi gratificava e mi proteggeva da errori di questo tipo, che le cose che io non potevo fare le facevamo assieme e penso al mio futuro, penso alla mia vita.
penso che il mio supercapomegagalattico si rivolge a me per interposta persona anche se sa che il documento lo preparo io.
penso che sto in ogni caso facendo del mio meglio.
penso che chi lavora ha un po’ meno tempo per far l’amore rispetto a chi se la gratta tutto il giorno, per quel che riguarda le eventuali possibilità (un parrucchiere, un’estetista, una ceretta) beh…lasciam stare va.

Annunci

10 commenti

Archiviato in on duty, questa la so, shes

10 risposte a “chi non lavora non fa all’amore.

  1. Ve lo giuro sul canguro non l’avevo ancora sentito dire.. tantomeno letto! Bello!
    Coraggio, potrebbe sempre morderti un cane…

  2. (un parrucchiere, un’estetista, una ceretta) beh…lasciam stare va.

    Ecco, appunto. 

    E lasciamo perdere anche che chi non lavora non fa l’amore. Che non è vero. che è chi lavora troppo ad esser troppo stanca. con la A in fondo, perché gli voglio tanto bene ma la materassa chiama e quando lui arriva… io russo come un orso. Porello… ufffffffffff

  3. io che mo mi sono abituato a lavorare, a stare a casa senza far niente sto morendo di inedia.

    che forse mi dovro’ fare la ceretta.

  4. Io vado dal parrucchiere.
    Okciao

  5. anonimo

    mentre la signorina mi ricostruisce le unghie, con la mano libera compio lo sforzo sovrumano di risponderti.

    Mi dissocio.

    Non vedo alcun errore. O almeno non tuo.

    Forse il responsabile doveva vagliare meglio il tuo lavoro?
    Forse doveva difenderlo?
    Forse il supermegacapo aveva altre cose a cui pensare?

    Un sacco di domande.
    Ma ci sono dei casi in cui farsi delle domande non corrisponde ad avere dei dubbi. E questo mi sembra il tuo caso.

    paolo

  6. Suggerisco lettura de "Il principio di Peter": non ha torto chi non sa svolgere un compito, ma chi lo affida a qualcuno pur sapendo che non possiede le competenze necessarie!
    Una curiosità: ma il direttore supermegagalattico possiede una di quelle targhe in ottone di fantozziana memoria, con qualifiche del calibro di "rag.gran.figl.di.putt." et similia?

    Gemma

  7. sukkez. come dire che io realizzo ora che sukkez è zekkus a rovescio tipo.
    MomYna capisco (e non vorrei dire ma io come quell’orso lo ricordo anche)
    anonimista si dai. basta che poi ci fai vedere se non ci fai vedere non è mai successo.
    il vetraio…poi ci fai vedere (anche io in tailandia andavo sempre dal parrucchiere perché mi massaggiavano i piedi e mi piaceva)
    paolo, quando ho scritto ho dimenticato che mi leggevi, mi hai inibita :)
    gemma…fai conto "her majesty supercapomegagalattico"…e bon.

  8. anonimo

    ‘penso che sto in ogni caso facendo del mio meglio’ is the answer, una di quelle che ti dai sempre da sola alla fine ma che te lo dico a fare io ; ) 
    OT come pochi: ma.. il libro? O_o )

  9. Spero che il capo non ti abbia chiuso nello sgabuzzino per punizione. Nel caso tenta di mandarci un piccione, o un pappagallo che grida Help e veniamo a salvarti!

  10. peggio, il capo mi ha chiusa a montecarlo (monaco).
    vi dirò solo una cosa in proposito ed è che il conto del minibar dell’albergo ti viene presentato da un omino in passamontagna.
    il libro esce nel 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...