e(h)m

Oggi ho fatto sette ore di yoga. Ad essere tutta onesta ho fatto cinque ore di yoga e due ore di anatomia.

Pensavo al mio percorso scolastico e che non studio da una decina di anni, studiare inteso come prendere un libro e studiare o come andare a lezione e prendere appunti e studiare. Adesso son che studio yoga.

Ho iniziato a studiare a novembre, mi sono proprio iscritta a un corso per insegnare yoga. Non è di mio interesse insegnare yoga, non oggi e non so se tra quattro anni, ovvero quando il mio piano di studi yogico sarà concluso, avrò voglia di insegnare yoga. Di fatto però avrò l’opportunità di farlo e di aprirmi una scuola.

Sto facendo il corso insegnanti perché mi piace come formazione personale, un po’ come quando andavo a cavallo e poi ho iniziato a prendermi le patenti (si son seria, per andare  a fare qualche cosa a cavallo serve la patente). E’ che metto sempre un impegno enorme nelle cose in cui investo del tempo e a quel punto poi aggiungo altro impegno ed ancora impegno e nuovo impegno. Insomma son che studio anatomia, a dieci anni di distanza dal falò dei miei libri sul sistema nervoso.

E’ che poi, fatalità, decido sempre per cose in cui sono un libro aperto. Se vai a cavallo sei un libro aperto, non riesci a far finta di star bene se stai di merda, anche a cavallo si tratta di lavorare su equilibri e concentrazione, se non sei perfettamente in equilibrio il cavallo se ne accorge e sei fottuta. A yoga addirittura è peggio, stessa menata di equilibri e concentrazione ma con ancora più testa e anche se voi vi credete di no, addirittura con più forza ed è inutile far finta di star bene e di essere in equilibrio quando non lo si è perché poi vi confrontate con questo e hai capito dove vai a finire a confrontarti con questo se dici essere in equilibrio e concentrato e poi invece no?

esatto. bacio al pavimento proprio come col cavallo.

Annunci

5 commenti

Archiviato in cose arancioni, cose yoga

5 risposte a “e(h)m

  1. senti… io ho visto quella posizione e… non ho pensato a yoga. Dici che si perderebbe l’equilibrio?
    bellissima anche la coccinella seria.

  2. Pensa te che io pagherei un bel po’ per non studiare più anatomia ché ormai sto perdendo i ricordi d’infanzia per far spazio a tutto. Però è figo. Anche se non ne vale propriamente la pena.

  3. oh Luca.
    anatomia è proprio taaaaaanta roba. Ho l’esame il 12 giugno e ho paura.
    Clay si tratta proprio di solo yoga e basta.
    ci tengo a quella coccinella.

  4. Nsg

    Io cel’ho domani l’esame. Di linguistica, orale e su un materiale di millemila pagine. Tuo fratello dice che non capisce perchè si deve aver paura di un esame, secondo me perchè non li ha mai fatti seriamente (e pure lui alla maturità aveva paura eh!).
    Bene oggi sono andata in biblioteca per l’ultimo ripasso, ho passato un’ora a leggere senza capire niente a farmi salire ancora più ansia; e un’ora a fissare il vuoto. Sconfortata ho ricevuto una chiamata da una mia compagna di corso che voleva sapere gli esempi in sanscrito.
    “Ma che te ne frega del sanscrito? Che ne so io!” mi ha mandato ancora più in paranoia. Ah! Contando che all’andata ero inciampata in un ponte, non potevo essere di meno e sono inciampata anche al ritorno.
    Che dire, domani come a Caporeto.

  5. mio fratello forse vuole tranquillizzarti ma gli vien da stronzo.
    poi non ha mai fatto esami e quello che ha fatto aveva paura e non era così importante in quel momento.
    in bocca al lupo.
    (me raccomando coi ponti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...