basta un poco di gourmet.

non voglio fare la parte di quella maniaca del gatto e di cosa fa il gatto e di cosa succede al gatto, però non mi piace neanche lasciare il punto interrogativo su come sta il gatto.

Il gatto sta meglio.

Ad essere onesta sta uguale a prima perché lui è uno di quelli solari e che ogni volta che si fa male (e si fa male perché è uno di quelli distratti, gatto che per prendere una pallina lascia la formina del cranio sul muro) fa finta di nulla, fa l’indifferente, perché se no ha paura che lo prendiamo in giro (e lo prendiamo in giro perché non puoi non scoppiare a ridere,  semplicemente non riesci e comunque ridiamo con lui, non di lui, a parte che lui non si capisce bene quando ride).

Gennaro pare stare meglio insomma. Lo deduco dal fatto che il diffusore elettrico che serve per inibirlo dal correre tutto il giorno non fa un cazzo di effetto.

Quello che volevo raccontare è di quanto sono diventata brava a dargli le pastigliette invece.

Sono il genio della somministrazione della pastiglia al gatto.  Si fa così:

– dovete avere un gatto come il mio, innocente e senza malizia.

– versarsi un po’ di pappa di gatto sulle dita

– chiamare il gatto con tono suadente “gennnaaaaaaarooo paaaapppeeeee”

– indorare la pastiglia nelle dita unte di pappe di gatto

– far finta di succhiarsi le dita

– far succhiare le dita al gatto con sopra la pastiglia

Vi giuro che ieri gli è addirittura caduta dalla bocca ma gliela devo aver fatta talmente buona la pastiglia con l’umido di pappa che se la è leccata dal pavimento.

 

Annunci

4 commenti

Archiviato in cose arancioni, she's

4 risposte a “basta un poco di gourmet.

  1. diffusore elettrico? :O

  2. dimenticavo… ieri a Courmayeur ho visto un piumino Monclair per i cani! E la commessa dice che ne vendono un sacco.

  3. si invece che dargli sedativo che gli fa male allo stomaco, e che comunque è un farmaco, il veterinario ci ha consigliato questo coso che è fatto come il coso elettrico dove metti le piastrine dell’antizanzara e diffonde un ormone che calma il gatto.
    non funziona.

  4. ah, per fortuna! pensavo fosse come quei recinti elettrificati per i cavalli (mi ci sono preso la scossa l’anno scorso a Limone per fotografarli)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...