chi ben comincia.

sono rimasta chiusa in ascensore oggi, anzi non era oggi, era questa mattina alle ore sette e qualcosa che vuol dire che la giornata per me non era ancora veramente iniziata.

Si sono già stata chiusa in ascensore solo che quando era successo in passato era una cosa volontaria, non accidentale, in passato non avevo mai premuto il tasto di allarme che tutto mi interessava tranne che mi tirassero fuori da li, oggi invece ero chiusa in ascensore ed era mattina presto ed io avevo un bellissimo giacchetto bianco autunno addosso e non mi sono sentita troppo bene a vedere che la cabina con me tutta dentro stava a metà tra il secondo e il terzo, più verso il terzo. Ho suonato l’allarme e volevo accendermi una sigaretta sino a che aspettavo che qualcuno realizzasse il dramma, non l’ho fatto perché non ne avevo. La tragedia è avvenuta quando qualcuno ha chiamato l’ascensore e io ho sentito che il motore faceva per partire e poi saltava.

Ho unito mentalmente la scena dell’ascensore a quella della scala che traballava con me sopra, a quella che per poco non mi infilzavo un dito sulla punta di una forbice, a quella che un matto quasi mi orba con l’ombrello in calle a venezia, a quella che il mio collega mi spinge per schivarmi da una merda di colombo. Decido che c’è un fantasma che mi vuole male e di chiudere la visione dei fantasmi del betania che danno su fox e che però dovrebbero dare su un altro canale perché  io mi cago addosso.

sono soprattutto tutta sconvolta  da quella che mi ha aperto l’ascensore e ha dichiarato “erika tu sei salva” comunque.

Annunci

2 commenti

Archiviato in bad days, marino

2 risposte a “chi ben comincia.

  1. Fulvio

    A me succedeva un giorno sì e uno pure. Quando pioveva, qualche anno fa, saltava sempre la luce. Il dramma è che tornava solo quando smetteva di piovere.. Insomma, passava un sacco di tempo. Una volta sono rimasto chiuso con mio zio, mia zia incinta e mio cugino. Non ti dico le scenate di pura follia. “C’è una donna incintaaaa! Fateci uscireeeee cazzoooooo!” Ovviamente non ero io a gridare, ma mio zio. Col tempo ho imparato ad aspettare, che tanto prima o poi la luce ritorna, no? Voglio dire.. deve tronare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...