sono erika mi trova al 4°

 

 

Cara persona, grazie.

Non avevo più ricordato di avere tre lavatrici stese sul terrazzone sino ad oggi, oggi volevo fare una cosa e mi servivano un paio di pantaloni particolari per fare questa cosa e, insomma, ho passato dieci minuti a cercarli per poi passare dieci minuti a provare a ricordare dell’ultima volta in cui li avevo visti. E’ stato proprio dieci giorni fa quando li ho stesi io sul terrazzone. Doveva vedermi cara persona, mi sono infilata le ciabatte come se stessi per scappare da un alien (non si scappa dagli alien scalzi, la regola vuole che i piedi siano sempre coperti), avevo il batticuore perché sapevo che il giorno in cui io ho steso le tre lavatrici è venuta giù la madonna con mary poppins tutte e due sventolando, ho pensato che non avrei trovato le mie cose o trovate sparse per il terrazzone, come dopo la tempesta di forrest gump quando si vedono tutte le barche morte a parte la sua. Poi ho visto la mia biancheria piegata e fuori dalla porta del terrazzo, era proprio come in forrest gump, tutta la biancheria morta a parte la mia.

grazie.

non voglio discolparmi sia chiaro, vorrei però dirle che questa, cara persona, è stata una settimana carica di eventi, non c’è alibi per aver dimenticato le mutande per millenni sia chiaro, ma è stata una settimana pregna, più di così posso dirle che uno di questi giorni è stato il giorno in cui per la prima volta ho intervistato una persona, doveva vedere che persona, una ricca di cose belle, le cose che piacciono a me, una vita così colma di eventi e di esperienze e tutte al femminile che io non ho resistito e mi son venuti gli occhi lucidi, farsi venire gli occhi lucidi mentre intervisti una persona non è carino ma mi ha emozionata tanto e io ero alla mia prima intervista, quel giorno li sono arrivata a casa che ero talmente incantata da quella donna che non potevo pensare alle mie mutande appese, neppure se mi avessero messo un allarme sarei riuscita a pensarci.

poi c’è stato il giorno del claudio e della amatriciana, sono arrivata a casa e sapevo che veniva il claudio e ho voluto cucinare una amatriciana degna dei miei amici di roma, col bucatino certo.

cara persona che ha raccolto la mia biancheria…poi c’è stato il giorno merda, il giorno merda c’è sempre. sono andata dal medico quel giorno e non me le ha dette belle, mi ha fatta arrabbiare, mi ha chiesto di fare degli esami e io mi sono agitata e so che non ho nulla ma mi ha infastidita, doveva sentire come mi auscultava e faceva hm hm. Ho pianto tutta la sera e guardando un film tristissimo.

il giorno dopo è stato strano, per come ero il giorno prima potevo solo risalire devo ammettere e così è stato, che alla mattina la mia barista del cuore mi ha regalato un bracciale bellissimo e poi ho avuto una pausa pranzo col pesce e poi ho ricevuto una mail che mi ha spiazzata e poi ho avuto una chiacchierata di lavoro che è diventata una guerra e che però io ho vinto che nelle guerre di lavoro sono bravetta.

poi è arrivato venerdì e venerdì apparentemente non succedeva nulla. venerdì ero li che rimuginavo sulla mia vita e tutti questi alti e bassi che le ho condiviso cara persona della biancheria, alti altissimi e bassi bassissimi, e son li che rimugino quel venerdì che mi arriva un messaggio da una persona che ho a cuoretto tanto tanto e quel messaggio dice “non preoccuparti” e so che per lei vuol dire nulla ma per me e in quel preciso istante e proprio quella persona che mi scrive non preoccuparti è un andare al di la del messaggio e al di la della realtà e al di la di un sacco di cose e iniziare a pensare che la magia del cuoretto esiste. Non potevo andare a raccogliere le mutande neppure venerdì persona della biancheria.

oggi è sabato e ho trovato il cesto pronto e con tutte le mie cose e con i pantaloni e le mutande e tutto e grazie, davvero non ho altre parole.

Se me lo permette cara persona della biancheria, io la vorrei omaggiare di un dolce, non lo fo io, lo vado a comprare che come casalinga faccio schifo al cazzo.

cara persona della biancheria, io non so se ne ha idea ma lei oggi con questa cosa è andata a finire in uno dei miei migliori momenti della settimana, tutte cose che andrò a raccontare ai miei nipoti tra sessant’anni con calma.

sono erika e mi trova al 4°

e.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in cose arancioni, cose rosa, Il vino comunque è female lo si evince dall uva, io ti amo e tu lo sai, Uncategorized

Una risposta a “sono erika mi trova al 4°

  1. Deb

    Amica non ci credo…. lo racconterò anch’io ai miei nipotini, comincio con Lisa per dirle che ha una zia tutta matta!!!!
    Deb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...