fanno ottanta euro, tutti in salute.

il mio medico di base alla volta di novembre mi ha mandata via dal suo studio con numero 4 impegnative di categoria D. Dice che è importante che io mi rivolga alla mia ulss perché, beh per l’esenzione.

Le impegnative di priorità D dovrebbero poter essere prenotate dalla mia ulss in 60 giorni, sino a un momento fa ero riuscita a prenotare 0 esami specialistici  e di conseguenza 0 visite specialistiche perché agli specialisti per far diagnosi servono dati non visibili a occhio nudo.

Quando chiami la mia ulss e dici che hai priorità D non ti viene fissato alcun esame, non lo fissano entro sessanta giorni, non lo fissano proprio, ti dicono di richiamare e io ho richiamato e tante volte lo stesso centralino delle attese millenarie, mi han sempre detto di richiamare. Ho chiamato anche la ulss adiacente alla mia che però mi tratta come una fuori ulss e le fuori ulss perdono totalmente le letterine di priorità si arrivava a vedermi a fine anno.

le ecografie in convenzione costano 46 euro, le ecografie senza costano 82. Io ho sbagliato, ho sbagliato a continuare a chiamare il cup (centro unico prenotazioni) per un sacco di tempo e con il mio telefonino perché a volte ero fuori casa e oltre al costo delle chiamate inutili la frustrazione addosso e poi gli ultimi giorni il dramma. Non mi sono ammalata, sto più o meno come stavo a novembre, il mio corpo però reagisce a qualcosa, soffre qualcosa, un declino lento giorno per giorno e su svariati fronti, è forte abbastanza da portami in giro ma soffre abbastanza da farmelo pesare. Ho pensato che ho perso quei 40 euro in salute da un pezzo e che anzi avrei dovuto chiamare l’ambulatorio privato prima di mezz’ora fa.

Ho anche pensato che sono fortunata ad avere sia i 40 sia gli 80 euro e una volta realizzato che c’è chi non ha ne l’uno ne l’altro e che gode di un corpo ancora più sofferente del mio mi è presa la rabbia e la frustrazione e il malessere per le sorti del mondo e il fastidio universale e la disperazione per ogni volta che vedo un tg che parla di tasse e di lavoro. Gente che parla e non sa davvero di cosa parla perché di fatto, sono certa, che non gli sia mai capitato di non avere 80 euro per una cazzo di ecografia. Fa male.

Nel caso ve lo stiate chiedendo la risposta è sì, uno dei sintomi più palesi di ciò che soffro è depressione, senso di vuoto, disagio.

 

Annunci

2 commenti

Archiviato in bad days

2 risposte a “fanno ottanta euro, tutti in salute.

  1. Auguriamo un miglioramento, Erika.

  2. Grazie…almeno da tornare a scrivere arancione ecco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...