Cose arancioni e nuovi papà.

Ieri mattina ho incontrato un mio amico al pulmetto bar di piazzale roma. Anche lui non è mio amico di facebook, anche lui non lo vedevo da qualche anno, se vi siete persi il perché dico “anche” leggete la puntata precedente nel post qui sotto.
Non ho neppure fatto in tempo a chiedergli -come stai?- perché mi ha avvicinata il signore anzianissimo che va a prendere il caffè al pulmetto bar, questo signore è un pochetto muto ma si fa capire.
Ho dato le spalle al mio amico e mi sono concentrata tantissimo su quello che mi diceva il signore, non è facile, l’importante è metterci la buona volontà ed avere un po’ di intuito e soprattutto, se una persona si sforza così tanto per parlare, come minimo, ti sforzi in maniera eguale o superiore per capirlo. La gente che lo lascia lì e si gira dall’altra parte, quelli che “scusi ma non capisco” quelli che tirano gli occhi in direzione dei baristi, tutti questi e gli altri a venire, io spero sempre che il caffè gli faccia cagotto.
Quando il signore anziano se ne va il mio amico mi chiede cosa mi ha detto.
Mi ha chiesto se ho bevuto il caffè e se era buono, mi ha chiesto se sono sposata, poi mi ha chiesto da quanto sto insieme a mio moroso (io gli avevo detto che avevo il moroso) mi ha poi detto che lui è sposato e ha due figli.
Il mio amico mi chiede se sono sicura che abbia detto così e io gli rispondo che sono sicura di quasi tutto, mi sarà saltata qualche parola come quando ascolto dall’inglese, ma la sintesi è questa.
Il mio amico allora prende l’occasione e mi dice “anche io sono papà”. Appena ha detto papà gli si sono inumiditi gli occhi e la mano, come un pistolero, ha sgusciato l’iphone dalla tasca del jeans. Testimonianza fotografica pronta. Una bellissima e biondissima bambina.
Era evidente che non vedeva l’ora di dirmelo, sin da quando ci siamo salutati direi. Son qui che mi chiedo se il vecchio mi avesse parlato di qualsiasi altra cosa, cosa si sarebbe inventato lui per dirmi che è papà, che non è carino dire -ciao sono papà- e basta, almeno trovare un contesto no?
Comunque è sempre strano vedere degli amici, che magari ricordavo di aver visto solo con un piglio diverso, commuoversi come quando io ho il giro d’ormone, strano e bello.

Poi, a parte la figlia del mio amico, ho un’altra notizia arancione. In pratica dopo la pubblicazione del primo libro io ne ho scritto un altro, qualcuno già sa che lo ho affidato a un agente letterario perché star dietro agli editori è un lavoro (un lavoro che non sono capace a fare, peraltro). Insomma, senza tirarla troppo per le lunghe, il mio agente, che si chiama Matteo, quindi da qui in poi Matteo… Matteo mi ha telefonato una mattina di qualche giorno fa, la cosa uno è che visto che mi telefona un sacco di volte (per informarmi, per aggiornarmi, per salutarmi, per iniziative, per tutto) deve imparare a dirmi di sedermi per darmi alcune notizie, la cosa due è che questo secondo romanzo è piaciuto tanto a una editor di una casa editrice. Le è piaciuto così tanto che me lo pubblicano. Al momento, sino a che non si concretizza a livello burocratico, non posso dire di più, a parte che, sticazzi non ci posso credere. Ve lo dicevo che era arancione.

Poi ho anche un’altra notizia arancione, ma la sua elaborazione, a livello emotivo, ancora mi destabilizza, perché riguarda il mio di papà, questa volta. Magari ne parlo in un altro momento.

Annunci

5 commenti

Archiviato in cose arancioni

5 risposte a “Cose arancioni e nuovi papà.

  1. Eviva! Non vedo l’ora che esca, allora. Un abbraccio grande

  2. TrediciNera

    “gli si sono inumiditi gli occhi e la mano, come un pistolero, ha sgusciato l’iphone dalla tasca del jeans. Testimonianza fotografica pronta.” Mi fai sempre ridere da matti.Grazie

  3. Silvia

    io invece trovi le tue pagine sempre estremamente commoventi. Che sia ridere o commuovere, trasmetti grandi emozioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...